32 Via dei birrai: dove eccellenza vuol dire passione

Che ci fa un’associazione culturale in un microbirrificio artigianale?

Facile: impara, conosce, condivide, degusta!

Siamo stati ben due volte (e grazie a voi che ci seguite così numerosi) ospiti di 32 Via dei Birrai, nella sede produttiva di Pederobba. Ad accoglierci troviamo Mauro, super Mauro, direttore commerciale per l’Italia. Il birrificio sarà anche micro, ma la passione con cui ci racconta l’azienda è davvero grande e coinvolgente.

Mauro è il cicerone perfetto: oltre a conoscere e a raccontare il mondo di “32”, riesce a trasmettere tutto l’entusiasmo che nutre per il suo lavoro. Nonostante ripeta spesso “non sono un tecnico”, ci spiega per filo e per segno il processo produttivo, partendo dalla materia prima. Quindi prima assaggiamo i vari tipi di malto, poi ci racconta di come il mastro birraio Fabiano e i suoi soci si ingegnino per non far stressare il lievito (sì, avete letto bene!) e dei motivi per cui ci sono ben tre sigilli che garantiscono un perfetto isolamento della birra dall’ambiente esterno.

Tutto è curato nei minimi dettagli. Dall’imbottigliamento a mano dei primi anni, ora un sistema personalizzato per ottenere un prodotto perfettamente confezionato e conservato. Così, noi “non tecnici” possiamo davvero capire perché questa birra sia così buona.

Ma la parte più istruttiva della serata è stata… la degustazione! 😉 Sicuramente Mauro ha saputo istruire le nostre papille gustative, sfoderando le birre in ordine di intensità e raccomandandosi su piccoli dettagli che fanno la differenza, come la spillatura e la temperatura di conservazione e di servizio.

“Anche la birra più banale del mondo, se spillata bene e tenuta alla temperatura giusta, diventa un prodotto dignitoso.”

Ma non è che noi siamo stati con le mani in mano: prontamente abbiamo sguainato i coltelli e abbiamo abbinato soppressa e formaggi, che sono stai discretamente apprezzati e spazzolati. E niente, siamo anime gemelle, noi  e voi. Ci piacciono le persone che non dicono di no!

E i tappi portachiavi con le lettere? E’ partita la caccia al tesoro in un grande cilindro pieno di tappi, abbiamo cercato di formare PLAN D ma senza successo. Anche per questo, dovremo tornare. 😉

Superfluo dirvi che è stata una serata davvero speciale e piacevole, in cui abbiamo imparato a conoscere ed apprezzare una realtà del nostro territorio che pian piano, grazie alla sua altissima qualità e (perché no) al suo packaging accattivante, si sta affermando in Italia e non solo.

Bravi amici di “32 Via dei Birrai”, torneremo sicuramente a trovarvi, ma soprattutto brinderemo con le vostre deliziose birre!

Tags:
No Comments

Post A Comment